(Perché e) Come si scrive (e si pubblica…) un lavoro scientifico

Durante l’incontro annuale dei giovani di AIOL e di SItE il 13 aprile 2021 i lavori sono stati aperti da una presentazione del prof. Roberto Danovaro, Università Politecnica delle Marche e Presidente della Stazione Zoologica “Anthon Dorhn” di Napoli.

Ritengo questa presentazione che vi propongo particolarmente interessante per i nostri giovani, ma di interesse anche diffuso.

Buona visione

Anna Fano

Premio “Lisa De Conciliis” per l’anno 2021

L’Accademia di Scienze Fisiche e Matematiche della Società Nazionale di Scienze, Lettere e Arti in Napoli, con la sponsorizzazione della famiglia De Conciliis, bandisce un concorso al fine di premiare ricerche significative di giovani ricercatori nel campo delle Scienze Biologiche.

Il premio è di 1500 euro e riguarda studi su:

Approcci molecolari ed ecologici per lo studio di problematiche ambientali ed applicazioni per il risanamento degli ecosistemi.

Può concorrere qualsiasi cittadino italiano che non abbia superato i 35 anni di età alla data di scadenza del concorso e non sia Professore di prima fascia all’Università.

La documentazione completa richiesta dal bando deve pervenire in Accademia entro il 15 giugno 2021 in una cartella con la chiara indicazione del premio cui si intende concorrere. L’esito del concorso e la data della premiazione saranno comunicati al vincitore dal Segretario dell’Accademia. Il premio sarà assegnato nel gennaio del prossimo anno nel corso dell’inaugurazione dell’anno accademico 2022 della Società nazionale di Scienze Lettere e Arti.

A questo link è possibile scaricare il bando del Premio.

Contest per social media manager tra i giovani soci SItE

La Società Italiana di Ecologia, con lo scopo di dare la possibilità ai propri giovani soci di partecipare attivamente alla vita sociale, ha deciso di bandire due contest rivolti a giovani soci SItE non strutturati*.

I vincitori dei contest saranno chiamati a contribuire, in stretto contatto con e sotto l’egida del Consiglio Direttivo, alla comunicazione della Società sui Social Media. I vincitori, oltre ad avere la iscrizione gratuita alla Società scientifica per l’anno successivo a quello della attività, saranno gratificati con un “ticket” per la partecipazione gratuita al primo congresso SItE che si svolgerà in presenza.

Uno dei due contest è dedicato a coloro i quali hanno maggiore dimestichezza con Facebook e Instagram, l’altro è dedicato a colori i quali hanno maggiore dimestichezza con Twitter.

Ogni partecipante potrà presentare istanza di partecipazione per uno solo dei due contest.

I partecipanti dovranno presentare istanza di partecipazione (FORMAT) all’attenzione del Consiglio Direttivo della SItE, tramite e-mail all’indirizzo info-at-ecologia.it.

Al format dovrà essere allegato un Dissemination Plan (max 3 pagine) specificatamente disegnato per i social media per i quali si concorre (Facebook + Instagram o Twitter).

Istanza e Dissemination Plan dovranno essere forniti in formato PDF.

Il Dissemination Plan presentato dai candidati non sarà in alcun modo oggetto di sfruttamento da parte della SItE, piuttosto, unitamente al breve curriculum, sarà lo strumento tramite il quale il Consiglio direttivo valuterà la propensione dei partecipanti a contribuire attivamente alla vita societaria in termini di comunicazione sui social media.

Il Dissemination Plan dovrà fornire sinteticamente le seguenti considerazioni:

  1. Una valutazione personale del perché SItE necessita di un piano di D&C tramite social media;
  2. Una lista dei potenziali macro-contenuti che il candidato ritiene abbiano priorità di pubblicazione, tenendo conto della “mission” statutaria della SItE (Art. 2 Statuto: https://www.ecologia.it/chi-siamo/statuto_e_regolamento/);
  3. Una valutazione del numero di attività (post, stories, tweet etc.) per settimana ritenuto congruo per garantire visibilità alla SItE;
  4. La lista e/o le caratteristiche dei potenziali followers Istituzionali e Privati da raggiungere tramite i Social Media della SItE

La scadenza per l’invio dell’istanza e dell’allegato Dissemination Plan è fissata per il 30 aprile 2021.

 

F.to PRESIDENTE SItE

 

* Per giovani soci (max 30 anni) non strutturati si intendono coloro i quali non hanno un ruolo accademico subordinato attivo alla data di partecipazione del bando, vale a dire: borsisti, laureati, dottorandi, assegnisti di ricerca.

Per informazioni: info-at-ecologia.it

Una versione stampabile del presente annuncio è disponibile qui

Pubblicato il 1 aprile 2021

Seminari di Ecologia e Sostenibilità – 2021

A partire da gennaio 2021, con cadenza bi-/tri-settimananale, si svolgeranno seminari della durata di 40/45 minuti ognuno seguito da 15/20 minuti di discussione

I seminari si svolgono sempre al venerdì dalle 15:00 alle 16:00.

I temi scelti sono di grande interesse ed attualità e sono rivolti ad un vasto uditorio rappresentato dagli studenti di dottorati ecologici e da giovani e meno giovani, interessati ai temi della Ecologia.

Il prossimo seminario* in programma è a cura di:
Pierluigi Viaroli, Università di Parma
Ecosistemi di acque interne: non solo acqua. Eredità del passato e incognite del futuro,
9 aprile iscrizione al seminario

 


 

Ecco l’elenco di tutti i seminari in ordine di data, con il link alle registrazioni di quelli già svolti e ad un paio di eventuali articoli di approfondimento:

Luciana Migliore, Università di Roma 2 – Tor Vergata
Ecology is everywhere! La successione ecologica dei biodeteriogeni delle pergamene antiche
22 gennaio 2021 – per approfondimenti: Sci Rep 2017, Sci Rep 2019, Front. Microbiol. 2019, Front. Microbiol. 2020.

 

Andrea Binelli, Università Statale di Milano
Il contributo dell’ecotossicologia nella ricerca ambientale
5 febbraio 2021 – per approfondimenti: J. Haz. Mat. 2021, Env. Poll. 2020, STOTEN 2019, Env. Tox. & Chem. 2017.

 

Alberto Basset, Università del Salento
Nicchia ecologica: attualità e sviluppi della teoria di Hutchinson
26 febbraio

 


Antonio Pusceddu, Università degli Studi di Cagliari
Uso sostenibile degli oceani: dal disturbo alle soluzioni
26 marzo

 

Pierluigi Viaroli, Università di Parma
Ecosistemi di acque interne: non solo acqua. Eredità del passato e incognite del futuro,
9 aprile

 

Marino Gatto, Politecnico di Milano
Ecologia quantitativa: dai dati ai modelli
23 aprile

 

Fausto Manes, Università di Roma “La Sapienza”
Servizi Ecosistemici e Verde urbano: uno “strumento” per la qualità delle Città
7 maggio

 

Gianluca Sarà, Università di Palermo
La Gestione della Pesca: da Vito Volterra all’approccio ecosistemico
28 maggio

 

La locandina è scaricabile qui

Seguiranno dettagli relativi alle modalità di partecipazione. Vi aspettiamo!

La Presidenza e il Consiglio Direttivo S.It.E

 

Special Issue: “Sustainability in Conservation Biology”

La rivista Sustainability (IF 2.576) ha avviato un call for papers per uno special issue intitolato “Sustainability in Conservation Biology”, con chiusura al 31 Dicmbre 2021. L’idea di questo special issue nasce dall’esigenza di

“La conservazione della biodiversità non viene spesso analizzata in una prospettiva di sostenibilità. Questo numero speciale intende pubblicare aricoli che coprano una vasta gamma di aspetti relativi alla conservazione della fauna e della flora selvatica e alla sostenibilità. In particolare si vogliono evidenziare lavori che espongano storie di successo nella conservazione e abbiano portato un beneficio diretto alle popolazioni umane locali. Sono particolarmente benvenuti gli articoli che trattino l’impatto positivo della creazione di aree protette, interventi di rinforzo o di reintroduzione di popolazioni in pericolo e aspetti di educazione ambientale.”

Maggiori dettagli sono disponibili a questo link, o scaricando il flyer dello special issue.

Antropocene: una nuova epoca per la Terra, una nuova sfida per l’umanità

di Emilio Padoa-Schioppa

“Viviamo un’epoca segnata da una indelebile impronta umana. Il riscaldamento globale, l’alterazione dei normali cicli biogeochimici, la perdita di biodiversità, l’irreversibile trasformazione di habitat e paesaggi impongono sfide completamente nuove. Come sfamare un’umanità in crescita senza impattare ulteriormente sull’ambiente? A quali istituzioni dare il mandato di rispondere a una realtà connessa e interdipendente? Soli in questo mondo abbiamo la responsabilità delle nostre azioni. Possiamo fare dell’Antropocene un’occasione per ripensare al nostro pianeta.”

 

 

A questo link è possibile scaricare la locandina del libro con ulteriori informazioni.

Buona lettura!

il Prof. Gianluca Sarà nella delegazione italiana del Cluster 6 di Horizon Europe


La SItE è lieta di comunicare a tutti i soci che il Prof. Gianluca Sarà (Università degli Studi di Palermo) è stato nominato tra i componenti esperti per il Cluster 6 “Food, Bioeconomy, Natural Resources, Agriculture and Environment“, della Delegazione italiana nel Comitato di Programma di Horizon Europe per il periodo 2021-2027. Vivissime congratulazioni dalla nostra comunità

Prematura scomparsa del Prof. Riccardo Cattaneo-Vietti

La Società Italiana di Ecologia esprime il suo sincero cordoglio per la prematura scomparsa del Prof. Riccardo Cattaneo-Vietti.

Riportiamo qui di seguito un testo di commemorazione ricevuto dai Colleghi di Genova.

“Il nostro caro Riccardo Cattaneo-Vietti ci ha prematuramente lasciato. Ci sembra davvero impossibile che non sia più qui con noi il grande gigante buono col quale abbiamo condiviso tanto delle nostre ricerche e che ha accompagnato e guidato generazioni di studenti, spesso ispirando futuri ecologi marini.

Riccardo è stato per tutti noi un mentore, un amico, un collega prezioso, sempre attento, critico ma costruttivo, sempre entusiasta, curioso, ironico e arguto, pronto ad affrontare nuove sfide. Sempre pronto ad incoraggiare e motivare.

Riccardo è stato uno dei padri della ricerca scientifica subacquea, uno dei promotori dell’istituzione e della gestione delle Aree Marine Protette, un esploratore delle comunità bentoniche (e non solo) di ogni latitudine, dalle comunità costiere dell’Antartide, al coralligeno del Mediterraneo, evidenziando le modificazioni nel tempo del nostro mare ed in particolare del tanto amato Mar Ligure. Da qui sono nate decine di pubblicazioni scientifiche e divulgative, citiamo una delle più amate “La tonnarella – una storia camoglina”, con Simone Bava e Valentina Cappanera, ma anche “Yield and catch changes in a Mediterranean small tuna trap: a warming change effect?” (Marine Ecology, 2014), a testimonianza del suo impegno anche nella valorizzazione delle tradizioni di pesca ligure, “The Ligurian Sea: present status, problems and perspectives” (Chemistry and Ecology, 2010), “Structural changes in Mediterranean marine communities: lessons from the Ligurian Sea” (Rendiconti Lincei, 2018).

Riccardo è sempre stato un esploratore non solo nelle scienze, ma anche nella storia e nei costumi legati al mare: da qui una sua perla, “Uomini e cozze – I molluschi nella storia”, con Egidio Trainito e Angelo Mojetta.

Il suo ultimo lavoro per la passione più grande, la subacquea scientifica: Cattaneo-Vietti R, Mojetta A., 2021. The essential role of diving in Marine Biology. Bulletin of Environmental and Life Sciences, 3: 1-44.

Un grande compagno di viaggio, un uomo di enorme cultura con cui ogni occasione di chiacchiera si trasformava in un momento di arricchimento, professionale e personale.”

A questo link è possibile scaricare un’ anteprima di tutte le pubblicazioni citate.

Premio Ramon Margalef d’Ecologia

“Research is an adventure that is not entirely unforeseeable, hardly ever free and with a positive quality of addiction”

Si pubblicizza la convocatoria per il “Premio Ramon Margalef d’Ecologia”

Il premio è stato istituito dal Governo della Catalogna nel 2004 per onorare lo Scienziato e dare riconoscimento ai singoli o gruppi di ricerca di tutto il mondo che si siano distinti in misura eccezionale nel campo dell’Ecologia.

A questo link è possibile scaricare la convocatoria con i dettagli per la partecipazione.

Call for Papers: Toward a Next-Generation Biomonitoring of Ecological Systems in the Framework of Sustainability

La rivista Sustainability (IF 2.576) ha avviato un call for papers per uno special issue intitolato “Toward a Next-Generation Biomonitoring of Ecological Systems in the Framework of Sustainability”, con chiusura al 31 Ottobre 2021. L’idea di questo special issue nasce dall’esigenza di integrare i recenti sviluppi nel campo del biomonitoraggio, con un profondo cambio di paradigma verso studi che contemplino molteplici livelli organizzazione, ampie scale spazio-temporali e tecniche innovative di analisi dati, nei processi valutativi e decisionali alla base della sostenibilità di azioni e politiche in campo ecologico. Lo scopo è quello di fornire una piattaforma per la rapida pubblicazione e diffusione di studi che esplorino l’utilizzo di approcci e tecniche innovative di biomonitoraggio dei sistemi ecologici, così come studi più tradizionali, finalizzati a garantire e supportare la sostenibilità delle attività antropiche. Maggiori dettagli sono disponibili a questo link e scaricando il flyer dello Special Issue