Call for sessions for the ESA Annual meeting 2022: deadline, Dec 16 2021

Dear Ecological Societies

The annual meeting of the Ecological Society of America will be held in Montreal from 14th -19th August 2022.

https://www.esa.org/montreal2022/

ESA is seeking proposals for workshops, short courses, sessions and field trips. In these times it is even more important to connect with each other across the globe. Please see contact details and links below:

NNext Round of #ESA2022 Session Proposals

The ESA Program Committee seeks your proposals for workshops (in person andvirtual), short courses (in person and virtual), special sessions and field trips. Proposals must be submitted through the meeting website by December 16, 2021, at 5:00 PM ET (2:00 PT). No late or emailed proposals will be considered. Learn more. If you have any questions, please contact meetings@esa.org.

Bringing to light – SCIENZIATE PER IL CLIMA

In occasione dell’edizione 2022 della Giornata Internazionale delle Donne e Ragazze nella Scienza, Ecofuturo Magazine lancia un’iniziativa per far conoscere le ricercatrici delle scienze ambientali.

Bringing to light – Scienziate per il clima è rivolto a tutte le ricercatrici che, in Italia e all’estero, lavorano attualmente in progetti di ricerca nel settore ambientale. Se sei una ricercatrici e ti occupi di ambiente (energia, biodiversità, sostenibilità, cambiamenti climatici, etc.) raccontaci di te e del tuo lavoro. Tra tutti i progetti pervenuti entro e non oltre il 15 dicembre 2021, saranno selezionati un numero massimo di dieci progetti che, in occasione della Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza 2022 saranno protagonisti di uno speciale in uscita su Ecofuturo magazine.

Responsabili del progetto:

  • Mirella Orsi, Science Writer e divulgatrice scientifica
  • Sergio Ferraris, giornalista scientifico e ambientale
  • Michele Dotti Direttore L’Ecofuturo magazine

Maggiori dettagli qui.

Contatti Mirella Orsi, bringingtolight.ecofuturo@gmail.com

Seminari di Ecologia e Sostenibilità – 2021

A partire da gennaio 2021, con cadenza bi-/tri-settimananale, si svolgeranno seminari della durata di 40/45 minuti ognuno seguito da 15/20 minuti di discussione

I seminari si svolgono sempre al venerdì dalle 15:00 alle 16:00.

I temi scelti sono di grande interesse ed attualità e sono rivolti ad un vasto uditorio rappresentato dagli studenti di dottorati ecologici e da giovani e meno giovani, interessati ai temi della Ecologia.

Il prossimo seminario* in programma è a cura di:


Paolo Galli, Università degli Studi di Milano Bicocca Un approccio multidisciplinare e integrato per lo studio degli ecosistemi Maldiviani
03 dicembre (la data è stata aggiornata!)iscrizione al seminario

 


 

Ecco l’elenco di tutti i seminari in ordine di data, con il link alle registrazioni di quelli già svolti e ad un paio di eventuali articoli di approfondimento:

Luciana Migliore, Università di Roma 2 – Tor Vergata
Ecology is everywhere! La successione ecologica dei biodeteriogeni delle pergamene antiche
22 gennaio 2021 – per approfondimenti: Sci Rep 2017, Sci Rep 2019, Front. Microbiol. 2019, Front. Microbiol. 2020.

 

Andrea Binelli, Università Statale di Milano
Il contributo dell’ecotossicologia nella ricerca ambientale
5 febbraio 2021 – per approfondimenti: J. Haz. Mat. 2021, Env. Poll. 2020, STOTEN 2019, Env. Tox. & Chem. 2017.

 

Alberto Basset, Università del Salento
Nicchia ecologica: attualità e sviluppi della teoria di Hutchinson
26 febbraio

 

Antonio Pusceddu, Università degli Studi di Cagliari
Uso sostenibile degli oceani: dal disturbo alle soluzioni
26 marzo

 

Pierluigi Viaroli, Università di Parma
Ecosistemi di acque interne: non solo acqua. Eredità del passato e incognite del futuro,
9 aprile

 

Marino Gatto, Politecnico di Milano
Ecologia quantitativa: dai dati ai modelli
23 aprile

 

Fausto Manes, Università di Roma “La Sapienza”
Servizi Ecosistemici e Verde urbano: uno “strumento” per la qualità delle Città
7 maggio

 

Gianluca Sarà, Università di Palermo
L’approccio ecosistemico come migliore (e logica) opzione nella gestione delle risorse: da Vito Volterra alla visione moderna della gestione dei sistemi complessi adattativi
04 giugno

 


Silvana Galassi, Università di Milano Le pioniere dell’Ambiente
01 ottobre

 


Ilaria Corsi, Università degli Studi di Siena Ecotoxicology and UN Sustainable Development Goals: towards solutions to reduce environmental hazard
15 ottobre

 


Flora Rutigliano, Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” Risorsa suolo e Servizi Ecosistemici
29 ottobre

 


Emilio Padoa Schioppa, Università degli Studi di Milano Bicocca Ecologia del Paesaggio: concetti, storia e prospettive
12 novembre

 


Paolo Galli, Università degli Studi di Milano Bicocca Un approccio multidisciplinare e integrato per lo studio degli ecosistemi Maldiviani
03 dicembre

 


Simonetta Fraschetti, Università degli Studi di Napoli “Federico II” Ecological restoration: challenges and perspectives
10 dicembre

La locandina è scaricabile qui

Seguiranno dettagli relativi alle modalità di partecipazione. Vi aspettiamo!

La Presidenza e il Consiglio Direttivo S.It.E

 

Curare l’ambiente nei territori colpiti da incendi: la necessità di un approccio multidisciplinare

I vasti incendi che hanno colpito diverse regioni italiane nell’estate 2021, causando disastri ambientali, oltre alla perdita di vite umane ed ingenti danni economici, stanno suscitando ampio dibattito sulle azioni da intraprendere per prevenire questi fenomeni, e su come intervenire per ripristinare gli ecosistemi danneggiati. Due temi sollevati da esponenti politici, amministratori locali, tecnici agro-forestali e altri portatori di interesse hanno avuto notevole risalto sui mezzi di comunicazione: da un lato si propone di piantare milioni di nuovi alberi, dall’altro si sostiene che i nostri boschi e gli spazi naturali, oggi meno utilizzati di un tempo, avrebbero bisogno di “manutenzione costante”, poiché presentano un surplus di biomassa che andrebbe rimossa per prevenire il propagarsi degli incendi.

Queste argomentazioni nascono sull’onda di una valutazione emotiva, piuttosto che da un’accurata analisi scientifica che tenga conto del funzionamento degli ecosistemi naturali in generale e forestali in particolare. L’approccio puramente selvicolturale ed economico da una parte, e quello emotivo dall’altra, sembrano spesso prevalere su quello ecologico; quando invece è necessaria una attenta analisi multidisciplinare, fondata sulle scienze biologiche ed ecologiche, discipline indispensabili per valutare le dinamiche e i processi delle popolazioni vegetali ed animali, degli habitat e degli ecosistemi.

Le società scientifiche che studiano tali discipline richiamano l’attenzione del Governo italiano e degli amministratori locali sul fatto che specialisti e ricercatori di ambito biologico ed ecologico possono e devono contribuire a indirizzare la gestione sostenibile e il recupero ambientale del patrimonio naturale nazionale.

È fondamentale sottolineare che in ambiente mediterraneo le specie vegetali sono evolutivamente adattate al fuoco e che un’alta percentuale degli alberi e arbusti colpiti da incendio resta ancora vitale ed ha la potenzialità di resistere o reagire al fuoco (“resilienza”), garantendo i processi di rigenerazione della vegetazione e degli habitat. L’impegno principale dovrebbe, quindi, essere indirizzato verso interventi di cura e ripristino degli ecosistemi naturali danneggiati a partire da questi elementi, e in particolare: 1) limitando la rimozione della biomassa alla sole aree di viabilità e alle necessità di sicurezza; 2) lasciando spazio e tempo al dinamismo naturale della vegetazione che, se indisturbato, garantisce il pieno recupero della funzionalità degli ecosistemi in tempi anche brevi; 3) limitando al massimo i rimboschimenti, riservandoli ai soli spazi destinati all’arboricoltura specializzata e alle aree urbanizzate, evitandoli nelle aree naturali dove possono essere dannosi per la biodiversità (manomissione di habitat ed alterazione della composizione specifica animale e vegetale, riduzione dell’eterogeneità degli habitat, introduzione di genotipi estranei, ecc.).

La gestione del post-incendio deve quindi basarsi anche su una corretta valutazione delle dinamiche naturali degli ecosistemi, a loro volta legate alle caratteristiche biologiche, biogeografiche e bioclimatiche dei territori, nel cui ambito è fondamentale il contributo di Botanici, Zoologi ed Ecologi, le cui competenze specifiche andrebbero appunto riconosciute alla stessa stregua di quelle di Forestali, Agronomi, Geologi, Pianificatori territoriali ecc.

I problemi complessi non hanno soluzioni semplici. Le risposte vanno basate su conoscenze scientifiche quanto più ampie possibili: per attuare una vera transizione ecologica nella gestione dei nostri territori, è fondamentale la collaborazione tra le Amministrazioni pubbliche ed esperti delle diverse discipline biologiche ed ecologiche che se ne occupano dal punto di vista scientifico ma sono spesso esclusi dai processi gestionali e pianificatori.

Botanici, Ecologi, Biogeografi e Zoologi Italiani sono a disposizione per condividere le proprie conoscenze con le comunità delle aree interessate da incendi, gli Enti pubblici locali, regionali e nazionali, ad integrazione del contributo di tecnici ed altri esperti.

(4 ottobre 2021)

A questo link è possibile scaricare il documento in formato pdf.

Desert Adapt: tavola rotonda in ALL4CLIMATE – Italy 2021

Siete tutti invitati a seguire e contribuire alla Tavola Rotonda proposta dal progetto LIFE DESERT-ADAPT (http://www.desert-adapt.it/index.php/it/) nell’ambito degli eventi All4Climate – Italy 2021, organizzati dal Ministero della Transizione Ecologica e dedicati alla lotta contro i cambiamenti climatici https://all4climate2021.org/

LA TAVOLA ROTONDA

La Tavola Rotonda sarà incentrata sulle enormi sfide affrontate dal mondo agricolo e dalle amministrazioni pubbliche per una gestione sostenibile del territorio in aree mediterranee fortemente esposte alla pressione climatica ed al rischio desertificazione. Si parlerà inoltre delle opportunità che l’approccio sostenibile offre ai produttori ed alle comunità in un mondo che cambia alla luce delle nuove politiche Europee del Green Deal. Interverranno esponenti di tutte le categorie coinvolte, produttori agricoli, comunità, associazioni, ricercatori e legislatori per cercare di delineare un percorso comune che dia forza e visibilità ai comportamenti virtuosi in territori cosi fragili.

INTERVENGONO

Stefano Liberti (giornalista e scrittore), Riccardo Valentini  (Università degli Studi della Tuscia, membro IPCC), CINEA (programmi LIFE, Comunità Europea), Simona Castaldi (Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, Coordinatore Desert Adapt), Paola Quatrini (Università di Palermo, Desert-Adapt), On.le  Valentina Palmeri (deputato del Parlamento Regione Sicilia, Vice Presidente Commissione “IV – Ambiente, territorio e mobilità”, proponente disegno di legge su agricoltura sostenibile e agroecologia), i produttori agricoli del progetto Desert-ADAPT (video testimonianze), Michele Russo (ConsorzioSiciliano LeGallineFelici, Caltagirone), Silvia Cama (Terra! Onlus,associazione ambientalista per l’uso sostenibile della terra e per la giustizia sociale), Fernando Pulido (Università di Extremadura, coordinatore progetto MOSAICO)

PROGRAMMA E REGISTRAZIONE ALL’EVENTO

Per visionare il programma completo: http://www.desert-adapt.it/index.php/en/all4climate

Per registrarsi all’evento: https://eventiinstreaming.it/desert-adapt/

L’evento sarà in live streaming con la possibilità per i partecipanti di porre domande durante il dibattito per creare un proficuo scambio di idee.

SAVE the DATE!

Ecology Across Borders – abstract submission and registration now opened

 

Submit Your Abstract for Ecology Across Borders 

Abstract submission has now opened for Ecology Across Borders the Joint Annual Meeting of the British Ecological Society [BES] and the French Society of Ecology and Evolution [SFE2]  which will take place 12-15 December 2021 in Liverpool and online around the world.  Researchers involved in ecology and the natural sciences are invited to submit  a proposal for abstracts. There is an online poster option.   You can submit a proposal for an in-person poster session, in-person oral session or an online poster session at https://www.britishecologicalsociety.org/events/ecology-across-borders-2021/abstract-submission/    Please note the short deadline  of 23 September 17:00 and the fact that you can submit a proposal for a  poster session and not travel to Liverpool. This option has been developed to help create an inclusive meeting for ecologists across the world.

Ecology Across Borders Delegate Registration 

To take into account the needs of ecologists who do not want to attend a conference due to concerns about Covid or do not wish to travel to Liverpool,  BES is also providing an online delegate option.  This will allow ecologists from anywhere in the world to take part.  You find out more or book up to 6 tickets with a bank card in one transaction.

https://www.britishecologicalsociety.org/events/ecology-across-borders-2021/virtual-registration/

If you wish to attend in-person and travel to Liverpool you can buy tickets at

https://www.britishecologicalsociety.org/events/ecology-across-borders-2021/in-person-registration/

The deadline for the heavily discounted Earlybird registration is 17:00 Monday 25 October.

BES members get a substantial discount on the price of registration.

‘Ecology for an Ecological Transition’ – XXX Congresso della Società Italiana di Ecologia, Lecce 25-27 ottobre 2021

L’Università del Salento ospita il XXX Congresso della Società Italiana di Ecologia in modalità ‘online’ su piattaforma Teams

 https://www.congresso.ecologia.it/

Il tema del Congresso è ‘Ecologia per una Transizione Ecologica’, con un programma organizzato con Tavole Rotonde, Simposi e Sessioni Parallele sulle basi teoriche, sperimentali e metodologiche dell’ecologia applicate alle sfide ed alle visioni del Green Deal, della Transizione Ecologica e degli Obiettivi dell’Agenda 2030.

Il Congresso è aperto ai partecipanti senza alcun costo di registrazione, ma previa iscrizione al Congresso medesimo ed alla Società Italiana di Ecologia (come associarsi o rinnovare l’associazione?).

Le date del Congresso in sintesi:

  • Apertura delle iscrizioni e della sottomissione degli abstract: 10 agosto 2021
  • Data ultima per l’iscrizione e la sottomissione degli abstract: 30 settembre 2021
  • Approvazione dei contributi e programma preliminare: 05 ottobre 2021
  • Scadenza presentazione domande Premi Brusarosco e Moroni: 02 ottobre 2021
  • Programma definitivo: 07 ottobre 2021
  • Scadenza presentazione domande Premi Montalenti e Cattaneo-Vietti: 08 ottobre 2021

Il programma del Congresso comprende alcune Tavole Rotonde che riprendono i temi trattati nella giornata di lavoro del 14 settembre 2020. Il programma delle Tavole Rotonde con una breve presentazione degli speakers sarà disponibile sul sito del Congresso a partire dal 5 settembre 2021. Le Tavole Rotonde sono previste in plenaria.

Per garantire la massima partecipazione a tutti gli interventi, le comunicazioni orali dovranno rispettare il tempo di 10 minuti (8+2) e le presentazioni poster di 5 minuti con un massimo di 4 diapositive.

2021 INTECOL Wetlands Conference: 10-15 October 2021

2021 INTECOL WETLANDS CONFERENCE

Next 11th INTECOL International Wetlands Conference will be held in Christchurch, New Zealand 10-15 October 2021. Deadline for earlybird registration (https://www.intecol2021.com/attend) closes August 26.

Virtually attendance is also welcome.

Register here: https://www.intecol2021.com/attend.

More information is available at the official web site of the Conference: https://www.intecol2021.com

EARLY ANNOUNCEMENT 13th INTECOL CONGRESS

The 13th INTECOL Congress will be held from August 28 – September 2 2022 at the Centre International de Congrès Genève (CICG) in Geneva, Switzerland. The theme of the Congress will be “Frontiers in Ecology: Science & Society.” http://intecol2021.org.

 

Summer school: “THE ANTHROPOCENE: A NEW EPOCH FOR THE EARTH, A NEW CHALLENGE FOR HUMANITY”

Registration for the summer school “THE ANTHROPOCENE: A NEW EPOCH FOR THE EARTH, A NEW CHALLENGE FOR HUMANITY: A transdisciplinary approach to the theoretical, practical aspects of sustainability” (11-16 October 2021) is now open (https://summerschoolbicocca.com/21-anthropocene.php).
The Summer School will take place in the buildings of the Marine Protected Area “Isole Pelagie” on the island of Lampedusa (Italy) for a maximum number of participants equal to 30. The Summer School main objectives are i) to provide a transdisciplinary cultural reference framework regarding the historical aspects, the impacts of the Anthropocene together with the tools of sustainability and environmental restoration, ii) to present thematic insights relating to the chemical, geological and environmental, iii) provide methodological tools for designing project researches in this field. The course is aimed at doctoral students and young researchers with scientific training interested in studying the themes of the Anthropocene.
The teaching activities will be of four types: 1) two-hour lectures by international experts (Key lectures); 2) 45-60 minute seminar lessons by professors of the University of Milano Bicocca, University of Palermo and other international institutions; 3) Teamwork; 4) Educational visit. During the teamwork we would like to implement chosen tools from the idea of system innovation for scientific use and planning research projects.
The registration fee is 350 euros, and includes all the summer school activities, social dinner, lunches and coffee breaks. for the entire duration of the course (see attachments for details).
Further information and the detailed program can be found here.

Ecoacoustics Congress 23-25 June 2021 (on line)

The Ecoacoustics Congress is a three day  conference organised by the International Society of Ecoacoustics (ISE) and the Urbino University. The aim of the 2021 congress is to bring together scientists, natural resource managers, industry and artists to explore the ways that sound can deepen our understanding of the environment. Ecoacoustics operates in all types of terrestrial and aquatic ecosystems extending the scope of acoustics and bioacoustics.

 4 plenary presentations and 67 communications will be shared  with 330  attendees coming from every part of the world.

The full program and the abstracts can be downloaded at this link. Information and details can be accessed through the Congress website.